Green Card tramite matrimonio

da | Gen 17, 2021 | Immigration

Overview

In questo articolo viene delineato il processo di ottenimento della Green Card per gli Stati Uniti a seguito di matrimonio.

Sposare un cittadino americano è il modo più semplice e veloce per acquisire la Permanent Resident Card (comunemente nota come Green Card) al fine di lavorare e risiedere stabilmente negli Stati Uniti.

Mentre alcune categorie di Green Cards (come, ad esempio, quelle riservate a fratelli, sorelle, figli maggiori di 21 anni di cittadini americani ecc.) sono soggette ad numero massimo annuale –  con conseguenti pesanti ritardi nei tempi del procedimento – invece le Green Cards riservate agli “immediate relatives” di un cittadino statunitense (tra cui, per l’appunto, il coniuge) non sono soggette a questa limitazione, pertanto le tempistiche di ottenimento risultano molto più rapide.

(A) Compilare ed inoltrare a USCIS tutti i forms necessari, tra cui:

Petition for Alien Relative.

Il richiedente, in questo caso, è il cittadino statunitense, che fa istanza a USCIS (United States Citizenship and Immigration Services) perche` la Green Card venga concessa al beneficiario straniero, in questo caso il proprio coniuge. Lo scopo principale di questa petition è dimostrare l’esistenza di un valido matrimonio tra richiedente e beneficiario. Il matrimonio, naturalmente, deve essere autentico e non contratto al solo scopo di ottenere la Green Card.

Travel authorization & Employment Authorization

Il beneficiario richiede autorizzazione a lavorare e a viaggiare durante il periodo in cui la richiesta per la Green Card è ancora pendente. Di solito questa autorizzazione viene ricevuta dopo tre mesi dalla domanda sotto forma di una card, simile alla Green Card, denominata Employer Authorization Document (EAD).

Adjustment of status

Se il futuro beneficiario di Green Card si trova già negli Stati Uniti al momento della petition, lo stesso sarà tenuto a richiedere contestualmente il c.d. “adjustment of status”. Ciò significa che il beneficiario deve richiedere a USCIS (United States Citizenship and Immigration Services) che il suo status di “non immigrant” venga modificato in “immigrant”, ovvero residente permanente.

Salvo alcune eccezioni, praticamente chiunque si trovi già negli Stati Uniti al momento della domanda di Green Card, dovrebbe richiedere contestualmente l’adjustment of status. La situazione più comune è quando il beneficiario è già negli Stati Uniti con un visto non-immigrant, come ad esempio i visti B-1/2, E, L, H1B ecc.

Se il beneficiario è entrato negli Stati Uniti tramite ESTA, può comunque richiedere l’adjustment of status. La questione è stata molto dibattuta in passato in quanto non direttamente prevista dalla legge americana. Tuttavia, a seguito di varie advisory opinions di USCIS e decisioni giurisrpudenziali, chiedere l’adjustment of status dopo essere entrati negli Stati Uniti con ESTA è ormai diventata una prassi abbastanza comune.

Un’altra eccezione è il visto J-1. Non si puo` richiedere adjustment of status da visto J-1 a Green Card se il visto J-1 è soggetto alla 2 year rule. Secondo questa regola, certi visti J-1, in verità molto pochi, impongono al loro titolare di rientrare nel proprio paese di origine per almeno due anni una volta che il visto è giunto a scadenza.

Se questo è il caso, il titolare di visto J-1 non potrà cambiare status da J-1 a Green Card direttamente negli USA, ma potrà comunque richiedere la Green Card soltanto una volta rientrato nel proprio paese.

Per saperne di piu` sul visto J-1 e la 2 year rule, si può leggere il nostro articolo – Visto J-1 per gli Stati Uniti.

Affidavit of Support

Attraverso questo modulo, il richiedente deve provare a USCIS di avere le risorse finanziarie adeguate a sostenere il beneficiario della Green Card, in modo che lo stesso non diventi un onere per il governo degli Stati Uniti in futuro. Il richiedente, presentando le passate dichiarazioni dei redditi, deve dimostrare che il suo reddito è almeno il 125% della soglia minima stabilita dalle linee guida sulla povertà, soggette ad adeguamento annuale. Per il 2020, un richiedente con una famiglia di tre persone (generalmente il coniuge ed un figlio) doveva mostrare un reddito di almeno $27.000.

(B) Recarsi all’intervista

Una volta che l’application è stata processata, USCIS fissa l’intervista, a cui entrambi i coniugi dovranno partecipare. L’intervista consiste in una serie di domande al fine di verificare se il matrimonio è stato contratto in buona fede. Le domande potranno essere fatte alla presenza di entrambi i coniugi o separatamente. Se tutto e` andato bene, in genere il beneficiario ottiene la Green Card nel giro di un paio di settimane.

(C) Rimuovere le condizioni sulla residenza alla scadenza dei due anni iniziali

La Green Card così ottenuta, tuttavia, è solo provvisoria ed ha una durata iniziale di due anni. Prima della fine del secondo anno, è necessario presentare un’application per rimuovere le condizioni sulla residenza (form I-751 – Removal of conditions on residence), ovvero si deve provare, ancora una volta, che il matrimonio è autentico ed è sempre in essere alla fine del periodo di scadenza.

Tuttavia, si deve tenere presente che anche se il divorzio è intervenuto nei primi due anni del periodo provvisorio, è sempre possibile ottenere la Green Card definitiva provando in modo convincente che il matrimonio, anche se terminato prematuramente, è stato comunque contratto in buona fede.

Infine, se nel momento in cui la domanda di Green Card viene presentata, il matrimonio era già in essere da almeno due anni, il beneficiario riceverà direttamente una Green Card definitiva della durata di 10 anni senza dover far domanda di rimozione delle condizioni tramite form I-751.

Green Card a seguito di Visto K-1 fiance visa

In assenza di altri visti, il modo migliore di entrare negli US per poi sposarsi e chiedere la Green Card, è quello di ottenere un visto K-1, meglio noto come fiancé visa (visto del fidanzato). Questo particolare visto deve essere richiesto dal cittadino statunitense quando il beneficiario – suo futuro sposo – risiede ancora fuori dagli Stati Uniti. Per maggiori informazioni sul Visto K-1, si veda il nostro articolo: Visto K-1 per gli Stati Uniti.

Contattaci

Non iniziate il procedimento di ottenimento di Green Card senza un avvocato. Sebbene questo articolo vi indichi alcuni dei moduli necessari, non provate a fare da soli, i forms non sono di facile compilazione e devono essere corredati dai documenti giusti. Un minimo errore potrebbe costarvi ritardi e persino il rigetto dell’application. Chiamate Bardazzi Law per ottenere assistenza qualificata nella presentazione della vostra domanda di Green Card tramite matrimonio. Compilate il modulo sotto e vi ricontatteremo immediatamente.

Latest Posts

Do you qualify for Italian
Citizenship


ITALIAN CITIZENSHIP | FEBRUARY 28, 2021

Italian Citizenship
Through Italian Born
Female Ancestor


ITALIAN CITIZENSHIP | JANUARY 9, 2021

A Guide to Retiring in Italy.
The Italian Retirement
Visa.


IMMIGRATION | NOVEMBER 9, 2020