Aprire un ristorante a Miami ed in Florida

da | Feb 7, 2020 | Commercial agreements, Corporate, Immigration, Trademark


Overview

Esaminiamo i principali passaggi legali per aprire un ristorante a Miami e nel resto della Florida. Una volta individuato il concetto di ristorazione che più fa per voi e la città / quartiere in Miami o in Florida in cui ritenete che il vostro concetto possa funzionare, è il momento di affidarsi ad un commercial real estate broker per trovare il locale più adatto alle vostre esigenze. In Florida, cosi come nel resto degli Stati Uniti, non è pensabile trovare un locale da affittare senza l’aiuto di un broker. Il broker costituisce una figura essenziale nella vostra ricerca, tenendo anche in considerazione il fatto che negli Stati Uniti il broker viene pagato dal proprietario (Landlord) e non dall’affittuario (Tenant).

Apertura società commerciale americana

Il modo migliore per operare il proprio restaurant business in Miami, Florida così come nel resto degli Stati Uniti, è costituire una societá commerciale di diritto americano. Condurre la propria attività nella forma di una società di capitali – U.S. corporation o limited liability company – vi consentirà di tenere separato il vostro patrimonio da quello della società, con la conseguenza che i creditori di quest’ultima potranno rivalersi soltanto sul patrimonio sociale e non anche su quello personale dei soci. Aprire una società commerciale negli Stati Uniti è un’operazione semplice e poco costosa, che porta benefici fondamentali in cambio di una spesa minima. Lo stato di costituzione della società dovrà necessariamente essere la Florida. Per ulteriori informazioni circa la costituzione di una società commerciale, corporation o limited liability company, e delle relative differenze, si possono leggere i nostri posts: La Corporation – Come aprire una società negli Stati Uniti e Corporation vs. Limited Liability Company.

Negoziazione lease commerciale

I contratti di affitto commerciale in Florida solitamente non sono così lunghi ed “estenuanti” come quelli di New York City, ma rimangono comunque contratti complicati che devono essere riguardati con attenzione e negoziati da un legale specializzato. Stabilire valide exit strategies, la ripartizione lavori iniziali, gli aspetti della mantuenzione e delle spese, la clausola di cessione del contratto a terzi e la disciplina dell’inadempimento, sono tra i principali aspetti da tenere presente quando si negozia un contratto di lease commerciale a Miami, in Florida, e nel resto degli Stati Uniti. Per un’overview più completa di questo tipo di contratti vi invitiamo a leggere il nostro post I contratti di affitto commerciale negli Stati Uniti.

Ottenimento permessi e licenze

Al fine di poter aprire un ristorante in Miami e nel resto della Florida, è in primis necessaria una licenza commerciale rilasciata dalla Division of Hotels and Restaurant (DBPR) facente parte del Department of Business and Professional Regulations della Florida.

Di seguito gli steps necessary per ottenere la licenza ad aprire ed operare un ristorante a Miami ed in Florida:

1) Food Safety Plan Review: e` necessario sottoporre a revisione della DBPR un piano di ristorazione (food service plan) e si consiglia di farlo prima di cominciare il build-out del ristorante al fine di evitare modifiche del progetto in corsa che potrebbero risultare molto costose. Il food service plan che andrà al vaglio del DBPR include disegni in scala del locale e una copia del menu proposto. Inoltre, prima di aprire, il locale sara` sottoposto ad un controllo di igiene e sicurezza. Per una guida più dettagliata circa la compilazione della domanda per aprire un ristorante a Miami, Florida, si puo` cliccare qui.

2) Compilazione forms: sul sito del DBPR dovranno essere compilati vari moduli a seconda del tipo di ristorante che si intende operare. Ad esempio, se si prevede di servire alcolici, si dovrà richiedere una licenza apposita ex novo, o la stessa dovrà essere acquistata da altri che ne sono già titolari, a seconda dei casi. Per un accenno alla disciplina della liquor licence in Florida vedi infra.

3) Tasse da pagarsi al momento della presentazione del piano: nel momento in cui si sottopone il food service plan alla DBPR per l’apertura di un ristorante a Miami, Florida, sarà dovuta una imposta per la revisione, che, ad esempio, nella contea di Miami Dade ammonta a circa $700.

4) Ottenimento della Sales Tax Registration: prima di poter operare il vostro ristorante a Miami, Florida, è necessario registrarsi presso il Department of Revenue dello stato della Florida per poter gestire la Sales Tax. La Sales Tax è simile all’IVA italiana, con la differenza che la prima è molto più contenuta, nella misura circa del 7-9% a seconda dello stato, e non si applica a tutti gli acquisti. In Florida, attualmente, la Sales Tax gravitsa intorno al 8%. La sales tax si applica senza dubbio ai servizi di ristorazione. Come nel caso dell’IVA, la sales tax è a carico del cliente e viene calcolata sul prezzo della fattura, il ristoratore poi la verserà allo stato con cadenza trimestrale o quadrimestrale.

5) Employer Identification number (EIN): per poter pagare le tasse negli Stati Uniti, è obbligatorio l’ottenimento di un ID fiscale chiamato Employer Identification Number, molto simile alla partita iva italiana. L’EIN si ottiene tramite semplice compilazione del relativo form online disponibile sul sito dell’Internal Revenue Service (IRS).

6) Ispezione: prima che un ristorante in Miami o, in generale, nel resto della Florida possa aprire al pubblico, è necessario contattare il DBPR per pianificare un’ispezione al fine di verificare se il locale rispetta le normative in tema di igiene e di sicurezza. A seguito dell’ispezione, il food service establishment riceverà una valutazione di diverso livello, a seconda del numero di violazioni accertate. Il procedimento in questione è molto simile a quello in vigore a New York City, in cui l’Health Department esegue un’ispezione iniziale all’esito della quale viene assegnata una lettera tra A e D a seconda del numero di violazioni riscontrate Per una overview sull’apertura di un ristorante a New York si legga il nostro articolo, Come aprire un ristorante a New York.

7) Liquor License. Al fine di poter somministrare bevande alcoliche nel proprio ristorante in Miami, Florida, è necessario ottenere una apposita licenza, detta liquor license. In Florida esistono tre tipi di liquor licenses:
(a) Quota- Full Liquor License: consente di vendere tutti i tipi di alcolici (super e non) in un ristorante, bar, liquor store ecc. Le licenze quota sono contingentate sulla base della popolazione in una determinate contea, per cui, a meno che la popolazione non salga, devono essere necessariamente acquistata da qualcuno che ne è già in possesso, atteso che la contea non ne emetterà altre. I prezzi sono variabili, a Miami una quota-liquor license può costare anche $150,000 – $250,000, ma la buona notizia è che questo importo può essere facilmente finanziato.
(b) Full License / SRX Restaurant: questo tipo di licenza è un eccezione alla quota e consente di vendere tutti i tipi di alcolici. Può essere ottenuta soltanto se il ristorante rispetta certi requisiti in termini di rapporto tra fatturato derivante da food e fatturato derivante da alcol ed in termini di rapporto tra posti a sedere e superficie dei locali.
(c) Beer and Wine: questo tipo di licenza consente la vendita di vino e birra, ma non di superalcolici e, vista la sua minore “pericolosità” sociale, non è soggette nè ai requisiti della quota nè a quelli della SRX (ma ovviamente vi sono pur sempre altri requisiti di legge meno stringenti che devono essere rispettati).

Assunzione personale

Anche la Florida, come il resto degli Stati Uniti è uno stato in cui il rapporto di lavoro è strettamente at will, ovvero lo stesso può essere interrotto in qualsiasi momento ad opera del datore di lavoro o del dipendente. Eventuali varianti rispetto a questa regola generale devono essere previste in un contratto scritto, cosa che non accadrà praticamente mai in caso di personale di ristorante, che in genere viene assunto senza un contratto scritto.
La Florida adotta una minimum wage law, in cui il minimo salariale legale e` superiore a quello stabilito dalle leggi federali. Nel caso di camerieri ed altro personale da assumersi nel ristorante, una parte del salario minimo può essere costituita dalle tips, ovvero dalle mance. La mancia negli Stati Uniti non è un obbligo stabilito per legge, ma è pur sempre una prassi molto consolidata, tanto che in qualsiasi ristorante il cameriere che vi ha servito si aspetta di ricevere una mancia compresa tra il 15% e il 20% sul prezzo del pasto. La Florida, come molti altri stati americani, permette il tip pooling & sharing, ovvero il personale del ristorante può raccogliere le mance in un fondo comune e distribuirle tra tutti i dipendenti a fine giornata.

Visto E-2 per gli Stati Uniti

Al fine di aprire un’attivita` di ristorazione in Miami, Florida e nel resto degli Stati Uniti, non è necessario ottenere un visto lavorativo per gli Stati Uniti. Il visto, diventa invece necessario se il titolare della attività, o un dipendente della stessa, vuole anche stabilirsi negli Stati Uniti e lavorare. In questo caso, i cittadini italiani hanno la possibilità di ottenere un visto per investitori e loro dipendenti denominato visto E-2. Non esiste un investimento minimo, tuttavia in genere le domande di visto E-2 USA supportate da un invesitmento inferiore ai $100,000 hanno meno possibilità di essere accolte. Altro requisito ai fini dell’ottenimento del visto E-2 USA è che il business che si intraprende o si acquista, preferibilmente sia in grado di creare posti di lavoro per lavoratori americani, e non soltanto un reddito per mantenere il suo titolare. Per informazioni piu dettagliate sul visto E-2 USA potete leggere il nostro post: Il Visto E-2 per gli Stati Uniti d’America.

Registrazione marchio commerciale

Passo molto importante, e spesso sottovalutato, è la registrazione del proprio marchio commerciale negli Stati Uniti, soprattutto nel momento in cui il vostro ristorante in Miami, Florida o nel resto degli Stati Uniti, acquista visibilità e successo presso il pubblico e vi preparate ad aprire nuove locations. Registrare il marchio è un passo importante al fine di impedire che qualcun altro approfitti del vostro successo per usare un marchio uguale o simile al vostro con lo scopo di attrarre clientela in modo illegittimo. Registrare un marchio negli Stati Uniti è poco costoso, soprattutto in rapporto ai benefici che comporta. Per ulteriori informazioni circa registrazione del marchio si può leggere il nostro post: Come registrare un marchio negli Stati Uniti.

♦ ♦ ♦ ♦

Contattaci

Hai bisogno di assistenza legale per aprire un ristorante a Miami, in Florida o nel resto degli Stati Uniti d’America? Riempi il form sottostante e ti ricontatteremo immediatamente.

Latest Posts

Do you qualify for Italian
Citizenship


ITALIAN CITIZENSHIP | FEBRUARY 28, 2021

Italian Citizenship
Through Italian Born
Female Ancestor


ITALIAN CITIZENSHIP | JANUARY 9, 2021

A Guide to Retiring in Italy.
The Italian Retirement
Visa.


IMMIGRATION | NOVEMBER 9, 2020